Tossina botulinica (Botox)

TRATTAMENTI

La tossina botulinica è una sostanza prodotta da alcuni batteri che è stata utilizzata da molti anni in Medicina, con una delle più ampie documentazioni ed esperienze scientifiche internazionali mai fornite su di una singola sostanza iniettabile.

botox

Quando viene usata in dosi medicali non comporta in alcun modo rischi per la salute, e in estetica riduce rughe e solchi, specie in corrispondenza della fronte e della glabella (la regione anatomica posta alla radice del naso, tra le due sopracciglia) oltre che delle cosiddette “zampe di gallina“, e cioè quelle anestetiche rughe poste ai lati degli occhi.

 

Per un suo corretto impianto, è fondamentale conoscere l’esatta conformazione dei muscoli responsabili della formazione delle rughe e la loro localizzazione, oltre a studiare ogni caso clinico con molta precisione, evitando in tal modo di bloccare esageratamente la contrazione dei muscoli stessi, motivo per cui si esige da parte dell’operatore una ampia competenza ed esperienza.

 

Va poi segnalato un interessante impiego della tossina, per quanto non codificato dal nostro Sistema Sanitario Nazionale, nel trattamento della Iperidrosi (eccessiva sudorazione) delle mani e delle ascelle.

 

Meccanismo d’azione: Iniettata mediante un ago sottilissimo, la tossina agisce bloccando temporaneamente gli impulsi nervosi e quindi indebolendo la funzione dei muscoli trattati, fatto questo che consente, oltre alla riduzione delle rughe in fase di contrazione muscolare, anche di ottenere un discreto sollevamento della “coda” del sopracciglio, conferendo allo sguardo un aspetto più aperto e più giovane; allo stesso tempo sono correggibili anche molte inestetiche asimmetrie del sopracciglio (vedi foto). Bisogna ricordare che gli effetti benefici del trattamento compaiono alcuni giorni dopo il trattamento stesso (a volte anche anche due settimane dopo) e che, in ogni caso, sono reversibili e la loro durata varia dai tre ai sei mesi.