Liquid lift

TRATTAMENTI

Il “lifting non chirurgico”

Tre sono essenzialmente le principali cause dell’invecchiamento del volto:

 

– la “distopia” dei tessuti molli, e cioè una progressiva e inarrestabile discesa gravitazionale di cute e grasso facciali (è lì che agiscono il Lifting chirurgico e i Fili di sospensione)

 

– la “distrofia” muscolare, con conseguente stato di contrattura e fibrosi dei muscoli mimici (è lì che agisce con successo la tossina botulinica)

 

– la “distrofia” dei tessuti molli, cioè la perdita di collagene ed elastina, oltre che una progressiva atrofia del tessuto adiposo con effetto di svuotamento e di scheletrizzazione del volto in alcune sue aree tipiche come le tempie, gli zigomi con la annessa regione orbitale e le guance (è lì che agisce la nuova tecnica del LIQUID LIFT: si tratta dell’impianto di una speciale tipologia di acido ialuronico, estremamente malleabile e di lunga durata (fino ad un anno circa se iniettato in due riprese), grazie all’utilizzo di sottilissime e flessibili micro-canule. Ciò permette di ottenere un ringiovanimento globale del volto, senza ricorrere ad un lifting chirurgico e senza gonfiare labbra e zigomi come a volte ci capita di osservare: possiamo parlare di un “ripristino” dei volumi facciali, non di un loro sconsiderato “aumento”!

 

I principali effetti si noteranno in un generale miglioramento dell’ovale del volto, in una migliore qualità della cute e in un gradevole ringiovanimento dello sguardo, dovuto alla attenuazione delle occhiaie e delle borse palpebrali presenti, nonché alla risalita del terzo laterale del sopracciglio, il tutto senza nessuna incisione e con il minimo gonfiore che ci si possa aspettare.